The Big Acorn Race: un libro di amigurumi e un racconto

The Big Acorn Race Jennifer Olivarez
Oggi il Tipo Strano incontra tre nuovi amici, gli scoiattoli Hodge, Podge e Eric, protagonisti di The Big Acorn Race scritto da Jennifer Olivarez.
Questo libro è un racconto e una raccolta di schemi per realizzare ad uncinetto i protagonisti della storia e molti altri deliziosi progetti. Un’avventura nel mondo coloratissimo di Jennifer e dei suoi tenerissimi amici.
The Big Ancor Race trasmette entusiasmo! Sfogliando le sue pagine ci si immerge in un mondo divertente e vivace, che far venir voglia di prendere in mano l’uncinetto per creare uno dei personaggi. I progetti sono spiegati con precisione e semplicità, corredati di consigli e foto passo passo.

Today Tipo Strano meets three new friends, squirrels Hodge, Podge and Eric, protagonists of The Big Acorn Race written by Jennifer Olivarez.
This book is a story and a collection of crochet patterns to make the characters and many other lovely projects. An adventure in the colourful world of Jennifer with her sweet friends.
The Big Acorn Race transmits enthusiasm! Flipping through its pages one’s immersed in a fun and lively world that makes him want to take the hook and to crochet a character. The projects are precisely and simply explained, with tips and step by step photos.

Conosciamo meglio l’autrice, che gentilmente si è offerta di rispondere alle bizzarre domande del Tipo Strano.

Let’s meet the author! She kindly offered to answer Tipo Strano bizzarre questions. Please scroll down for original interview in English.

Io vengo da un pianeta lontano lontano, il mio nome è Tipo Strano (in inglese Strange Guy or Oddball) e sono venuto per conoscere meglio gli umani ed esplorare il pianeta terra. Da dove vengono i protagonisti del tuo libro? Che cosa fanno e che cosa significa il loro nome?

Heilà, Tipo Strano. È un piacere conoscerti! Sei davvero un tipo interessante. Il mio nome è Jennifer e questi sono i miei amici scoiattoli: Hodge, Podge ed Eric. Nel caso in cui tu non sappia cosa sono, gli scoiattoli sono simpatici animaletti con code folte. A loro piace raccogliere noci, seppellirle o nasconderle per l’inverno. Podge preferisce le mandorle. Hodge non fa il difficile. Mangia tutto!

Hodge e Podge vivono in un nido in cima a un pino sulle Montagne Rocciose in Colorado, Stati Uniti d’America. Eric vive in un albero vicino, ma passa la maggior parte del suo tempo nel suo laboratorio dove sta lavorando per sviluppare la più grande ghianda del mondo! Mi chiedo se esistono le ghiande da dove vieni tu, Tipo Strano.

La parola “hodgepodge” (misuglio) in inglese significa insieme confuso di cose diverse. Questo descrive più che altro il mio blog, Squirrel Picnic anziché i personaggi che lo animano. Gli amici di Squirrel Picnic amano raccogliersi attorno al tavolo da picnic per creare insieme. Dal ricamo alla realizzazione di gioielli, tutte le tecniche  sono benvenute. Anche se nel corso degli anni, abbiamo ospitato molte tecniche diverse sul blog, Hodge e Podge si stanno concentrando ultimamente di più sull’uncinetto. Immagino che non ti sorprenda, vista che son fatti proprio a crochet!

In The big Acorn Race, si parla di una gara, avrei voluto partecipare anch’io, con il mio uncinetto galaticco. Come nasce l’idea di questa avventura e quali sono i progetti nel libro?

Sì, questi piccoli scoiattoli si sono divertiti molto nel mio libro The Big Race Acorn. Ma loro partecipavano ad avventure molto tempo prima del libro. In SquirrelPicnic.com troverai una serie di webcomics con Hodge e Podge e i loro amici, i “fatimals” (piccoli animali piuttosto paffuti che amano far festa). Ogni webcomic è seguito da uno schema ad uncinetto gratuito per fare uno dei personaggi o alcuni elementi presenti nella storia. Questa idea è stata l’ispirazione per creare un vero e proprio libro di uncinetto con un racconto.

Senza raccontarvi troppo, The Big Race Acorn segue i nostri tre piccoli amici scoiattoli che fanno una gara per raggiungere una ghianda in cima ad un albero. Sembra semplice, ma c’è un problema: non sono autorizzati a salire sull’albero. Ognuno di loro deve usare il proprio ingegno e la fantasia di trovare una soluzione alternativa. Il libro comprende anche più di quindici modelli all’uncinetto e progetti per creare gli scoiattoli, le loro invenzioni, e molti accessori ispirati alla storia. Alcuni dei miei modelli preferiti sono la medaglia per la premiazione, in due misure (una per misura umani e una per il vostro amico scoiattolo) e il cuscino Tall ‘n’ Fast Flower. Si tratta di un cuscino molto colorato ispirato al fiore che Podge utilizza in gara. E’ molto divertente da fare: ogni giro è un’avventura!

Sul mio pianeta si nasce già sapendo lavorare ad uncinetto, invece tu quando hai imparato? Quando hai avuto l’idea di scrivere The Big Acorn Race?

Il tuo pianeta è perfetto per me. Spero di poterlo visitare prima o poi! Mi ha insegnato a fare l’uncinetto mia madre quando ero piccola. I primi anni, ho realizzato un sacco di coperte con i quadrati old america (granny square). Poi, nel 2009, ho preso in mano un libro di amigurumi e sono rimasta immediatamente affascinata dall’idea che con l’uncinetto si possa creare queste piccole adorabili creature. Una volta iniziato a uncinettare in tondo, non sono riuscita più a smettere. Nel 2012 ho creato Squirrel Picnic e tutti gli amici amigurumi che lo animano.

Non molto tempo dopo ho iniziato a pensare di creare una libro ibrido, con una storia e dei modelli a uncinetto. Finché non ho scritto la storia, non sono riuscita a immaginarmi tutti i personaggi. Una volta arrivata la storia, ogni cosa è andare al suo posto.

Kate mi ha detto che hai un blog simpaticissimo, che si chiama Squirrel Picnic, perché questo nome? Amo molto questi simpatici animaletti, sono felicissimo di incontrarli nei parchi londinesi e tu perché sei così affezionata agli scoiattoli?

Quando ho deciso di aprire un blog nel 2012, mi ci è voluto un giorno intero per decidere il nome. Stavo camminando avanti e indietro nel mio soggiorno, quando uno scoiattolo è saltato sul balcone. Nel nostro quartiere trattiamo gli scoiattoli come degli animali domestici – gli diamo le mandorle e li chiamiamo per nome. Ho sempre voluto mettere un piccolo tavolo da picnic fuori sul balcone con sopra alcune mandorle, per vedere se sarebbero seduti a mangiare, come in un vero picnic. Quando questo scoiattolo è saltato sul balcone, mi ha colpito, ed ecco Squirrel Picnic !

Quali saranno le prossime avventure di Hodge e Podge?

Hodge e Podge hanno molto in serbo, tra cui nuovi avventurosi webcomic. Nei prossimi mesi dovranno imparare a volare sopra le nuvole, esplorare una grotta piena di musica jazz e fare molti nuovi amici, tra cui una civetta, un pipistrello e un piccolo robot. Forse un giorno andranno nello spazio e visiteranno il tuo pianeta, Tipo Strano!

Adesso riprendo io la parola (Kate). Grazie Jennifer per il tuo tempo!  Qui potete acquistare il suo divertentissimo libro. Yeah, sono molto contenta di questa intervista. Abbiamo un sacco di cose in comune 😀 Grazie Tipo Strano! Sono felicissima di avere avuto la possibilità di conoscere virtualmente Jennifer, il suo entusiasmo è contagioso. La rete mi permette di vivere le mie passioni senza frontiere. Ringrazio infinitamente anche Tajana Rabar che mi ha presentato questa nuova amica e per avermi fatto conoscere questo libro delizioso.

 jennifer-olivarez

* * * English Version * * *

I come from a planet far, far away, my name is Tipo Strano (in English Strange Guy or Oddball) and have come to learn more about humans and explore the planet Earth. Where do characters of your book come from? What they do and which is their name meaning?

Well, hi there, Tipo Strano. It is nice to meet you! What an interesting guy you are. My name is Jennifer and these are my squirrel friends: Hodge, Podge, and Eric. In case you aren’t familiar, squirrels are cute little animals with bushy tails. They like to collect nuts and bury or hide them for the winter. Almonds are Podge’s favorite nut. Hodge says he isn’t picky. He’ll eat them all!

Hodge and Podge live in a nest high up in a pine tree in the Rocky Mountains of Colorado, USA. Eric lives in a tree nearby, but he spends most of his time in his laboratory where he is working to develop the largest acorn on the planet Earth! I wonder if you have acorns where you come from, Tipo Strano.

The word “hodgepodge” in English means a jumbled mixture of dissimilar things. This rather describes Squirrel Picnic more than it does the squirrel characters who live there. All the members of Squirrel Picnic like to gather around the picnic table to craft together. From embroidery to jewellery making, all crafts are welcome. Even though we’ve featured many different crafts on the blog, over the years Hodge and Podge and I have become more focused on crochet. I guess that is not surprising since that is how they were made!

The Big Race Acorn tells about a race, I wanted to participate too, with my galactic crochet hook. How did the idea of this adventure come from? And what are the projects in the book?

Yes, these little squirrels have quite a fun time in my book The Big Acorn Race. But they were participating in adventures long before the book. At SquirrelPicnic.com you’ll find a series of webcomics that feature Hodge and Podge and their friends the “fatimals” (rather chubby little animals who love to party). Each webcomic is followed by a free crochet pattern to make one of the characters or items featured in the story. This idea is what inspired me to create a full-length craft book based around a story.

Without giving too much of the story away, The Big Acorn Race follows our three little squirrel friends as they compete to see who can get an acorn out of a tree first. It sounds simple, but there’s a catch: they aren’t allowed to climb the tree. They each must use their wit and imagination to find an alternative solution. The book also includes over fifteen crochet patterns and projects to make the squirrels, their inventions, and many home décor and fashion accessories inspired by the story. Some of my favorite patterns are an award medal in two sizes (one to fit you and one for your squirrel friend) and the Tall ‘n’ Fast Flower Pillow. This is a very colourful pillow inspired by the flower that Podge uses in the race. It’s so much fun to make: each round is an adventure!

On my planet we are born already knowing how to crochet. And you when did you start to crochet? When you have had the idea of writing The Big Acorn Race?

Your planet sounds perfect for me. I hope to visit some time! My mom taught me to crochet when I was little. I crocheted a lot of granny-square blankets in my early years. Then in 2009, I picked up an amigurumi book and was instantly enthralled at the idea that crochet could create these tiny, adorable creatures. Once I got the hang of crocheting in the round, I couldn’t stop. By 2012 I had created Squirrel Picnic and all the amigurumi friends that live there.

It wasn’t long after that I began thinking about creating a hybrid story and crochet pattern book. But it wasn’t until I wrote the story itself that I began to see all of the crochet projects taking shape. Once I had the story, everything began to fall into place.

Kate told me that you have a very nice blog, called Squirrel Picnic, why this name? I love these cute little animals, I am very happy to meet them in London parks, why are you so attached to the squirrels?

When I set out to start a blog back in 2012, it took me an entire day to think of the name. I was pacing my living room, when a squirrel jumped down onto the balcony. We treat the squirrels in our neighbourhood like pets — we feed them almonds and give them names. I’ve always wanted to put a tiny picnic table out on the balcony with some almonds on it to see if they would sit down to eat a proper picnic. When that squirrel hopped down on the balcony, it struck me — Squirrel Picnic!

What are the next adventures of Hodge and Podge?

Hodge and Podge have a lot in store for them, including new webcomic adventures. In the coming months they will learn to fly above the clouds, explore a cave filled with jazz music, and make many new friends, including an owl, bat, and tiny robot. Perhaps one day they will make it to outer space and visit your planet, Tipo Strano!

Now it’s my turn (Kate). Thanks, Jennifer for your time! Here you’d buy her book, The Big Acorn Race.  Yeah, I’m very happy with this interview. We have a lot of things in common 😀 Thanks Tipo Strano! I’m delighted to have had the opportunity to know virtually Jennifer, her enthusiasm is contagious. Web allows me to live my passions without borders. Thank you very much also Tajana Rabar, who introduced me to this new friend and for introducing me to this delightful book .

Advertisements

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...